ANCHE GLI ALBERI MIGRANO

Eccoci a giugno e voi starete già assaporando la oramai prossima fine delle fatiche scolastiche. Con il dispiacere di non vedere gli amici e le amiche per un po’. Ma ora che vi avanza un sacco di tempo potete aguzzare la vista e impegnarvi a difendere l’ambiente. Andrete di certo in giro per i parchi, i mari, le montagne, le colline o semplicemente le città. Tutto è importante!

Con giugno arriva anche la voglia di andare a zonzo più spesso. Finiscono le scuole e ci si inizia a spostarsi. E noi pensiamo che a spostarci siamo solo noi… invece. Invece anche gli alberi e le piante si spostano.

E lo fanno, come i migranti umani e gli animali: per sopravvivere. Anche loro in fuga dai cambiamenti climatici! Certo non possono correre e il loro spostamento è molto più lento del nostro. Ma la velocità, ci dicono gli esperti, è dieci volte più elevata di quella che era stata registrata alla fine dell’ultima era glaciale.