UNA FLOTTA ANTI-INQUINAMENTO

È nata una vera e propria flotta anti-inquinamento del mare. Dal 2019 c’era già una legge che permetteva ai pescatori di portare e sbarcare nei porti tutta la plastica che raccoglievano mentre erano per mare.

Ora si è fatto un passo in avanti, prevedendo dei battelli di dimensioni diverse, attrezzate per la pesca dell’immondizia, che viene chiamata “marine litter” ossia spazzatura in mare. Tutta la plastica recuperata in mare, assicurano, sarà poi recuperata.

Saranno 32 le navi spazzine di diverse dimensioni. Nove i porti, da Genova a Civitavecchia, dove sarà possibile scaricare l’immondizia.